In un mercato sempre più saturo e competitivo, il fattore chiave per la crescita per le grandi società sarà sempre di più l’analisi del valore del cliente.

 

Oggi più che mai, soddisfare, fidelizzare e acquisire clienti richiede anche ai player più importanti di intraprendere azioni lontane dalle campagne tradizionali. Oggi le azioni devono essere incentrate sul cliente, basate sui dati e altamente personalizzate.

La tendenza verso la personalizzazione fa parte di un movimento più ampio: in tutti i settori, le aziende che eccellono nella personalizzazione generano il 40% di entrate in più rispetto agli altri player. Allo stesso tempo, a causa della grande crescita degli e-commerce e dei cambiamenti nelle abitudini di acquisto causati dalla pandemia, i consumatori sono sempre più disposti ad abbandonare i marchi che non soddisfano le loro aspettative. Secondo alcuni studi, circa i tre quarti dei consumatori statunitensi hanno cambiato il proprio comportamento di acquisto negli ultimi tre mesi e oltre il 40% ha provato un nuovo marchio.

Nei mercati più saturi e competitivi, la personalizzazione su larga scala sarà il motore chiave della crescita futura. Molte grandi aziende stanno lavorando da tempo per portare a livello industriale le personalizzazioni one to one. Le tecnologie Deep Tech possono aiutare tali processi di cambiamento.

Utilizzando dati e analisi per creare esperienze altamente personalizzate, gli operatori possono rivedere il loro approccio alla gestione del valore del cliente, il customer value management (CVM): il processo di massimizzazione del valore in ogni fase del ciclo di vita del cliente, dall’acquisizione, al cross-selling, fino alla fidelizzazione.

Statistiche personalizzazione aziende telecomunicazioni

Esempio di come le migliori aziende di telecomunicazioni riescano, tramite i servizi di personalizzazione delle offerte, in confronto all’approccio “classico” di servizio, ad aumentare il il CLV (Customer Lifetime Value) .

Tutti i player sono ampiamente consapevoli di questa opportunità e molti stanno facendo progressi significativi.

Circa un quarto delle società in ambito digitale in tutto il mondo sta iniziando il proprio percorso orientato ai processi di CVM, mentre circa il 70% ha avviato progetti pilota di successo basati sui processi di CVM e sull’analisi.

Molti player, tuttavia, non sono ancora riusciti a sfruttarne appieno i vantaggi: pochissime società stanno sfruttando tutto il potenziale dell’analisi e della personalizzazione basata sui dati per ottenere un vero vantaggio competitivo e massimizzare la i ricavi.

Il potenziale è significativo. Le aziende possono aumentare i ricavi fino al 10% e la soddisfazione e il coinvolgimento dei clienti fino al 30%. Per raggiungere questi risultati, è necessario sviluppare non solo il “cervello” del processo, ovvero l’analisi dei dati, ma anche le “gambe”: assumendo persone di talento, abbracciando modelli operativi agili, garantendo che molteplici i canali funzionano in modo efficace e sincronizzato, implementando continuamente e assicurandosi che il customer value management sia considerato la priorità dell’intera organizzazione.